Galleria

Oggi aperto fino alle 21:00

Ipermercato

Oggi aperto fino alle 22:00

Area ristorazione

Oggi aperto fino alle 22:00
Scopri tutti gli orari >>
<< Torna all'elenco

REPLYASAP

tech

Inventata da un papà esasperato, arriva l’app che costringe i figli a rispondere ai genitori!

Se il telefono squilla a vuoto e il tuo pargolo non risponde, la soluzione è a portata di tap!

Solo un genitore ha sperimentato la crescente ansia di chi non riesce a mettersi in contatto col proprio figlio e, sebbene i motivi siano i più disparati, il cuore di mamma pensa sempre ai risvolti più tragici ed agghiaccianti, formulando teorie catastrofiche.

Però, sempre più spesso, capita che il figlio in questione sia impegnato in una chat tra amici, stia giocando con qualche app sul suo smartphone o, più semplicemente, non voglia rispondere. 

Qui entra in gioco Nick Herbert che, direttamente dall’Inghilterra, ha avuto un’idea innovativa: l’applicazione Replyasap, in italiano “Rispondi al più presto”. Lanciata nel 2001, l’app-mobile è stata già scaricata più di 100.000 volte, in maniera totalmente gratuita!

Ma come funziona? Replyasap costringe Ben, figlio tredicenne e indisciplinato, a comunicare con i genitori in modo  semplicissimo: finché Ben non dà segni di vita e non si degna di rispondere, l’app blocca totalmente il suo dispositivo.

Una volta installata sul proprio smartphone, se mamma o papà scrivono un messaggio su whatsapp o telefonano utilizzando l’applicazione, ReplyAsap fa comparire la comunicazione, tramite pop up, sulla schermata del figliol prodigo, bloccando immediatamente il suo telefono.

Inoltre, l’app produce un rumore fastidioso – funzionante anche in modalità silenziosa- che perdura fin quando il ragazzo non risponde.

Abbiamo o no fatto la tua felicità?

Gli altri trends